SAP Piacenza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Eventi SAP

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Vito Lorenzo Palumbo si congeda dal SAP e dalla Polizia di Stato.

 
 

Il 25 settembre 2009 presso l’Aula "Stefano VILLA" della Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato, si è tenuta la cerimonia di saluto al Segretario Provinciale Aggiunto SAP Vito Lorenzo PALUMBO, congedatosi dalla Polizia di Stato. Hanno partecipato il Presidente del SAP Gianni TONELLI, il Segretario Nazionale SAP Stefano PAOLONI, il Segretario Provinciale SAP Ciro PASSAVANTI e tutto il Consiglio Provinciale SAP. Hanno aderito all’invito il Questore di Piacenza (in sua rappresentanza il Dr. Giuseppe FERRARA) il Direttore della S.A.A. della Polzia di Stato Mattia LA RANA. Non sono mancati all’appuntamento illustri ospiti come il Dr. Adamo GULI’ (ex Questore di Piacenza), A.N.P.S., il personale della Polizia di Stato operante in questa provincia e tanti altri invitati per l’occasione. L’impegno, portato a compimento, ha reso un adeguato riconoscimento al contributo di un uomo che dopo una brillante carriera lascia il SAP e la Polizia di Stato, suoi punti d’orgoglio e ragione di vita.

 
 
Vito Lorenzo Palumbo con il Dr. Adamo Gulì
 
Il Dr. Mattia La Rana con Vito Lorenzo
Stefano Paoloni, Vito L. Palumbo, Adamo Gulì, Paolo Bellardo, Gianni Tonelli

Il Sostituto Commissario della Polizia di Stato PALUMBO Vito Lorenzo, nasce a Rutigliano (BA) il 17.10.1954. Il 20.01.1974 dopo aver partecipato al corso di formazione presso la Scuola di Nettuno viene nominato Allievo Guardia Corpo delle Guardie di P.S. Il 30.01.1974 alla sua prima assegnazione raggiunge la S.A.A. di Piacenza. Qui espleta funzioni presso l’ufficio studi e dopo un anno frequenta il corso di specializzazione di Polizia Stradale presso il C.A.P.S. di Cesena. Al termine del corso viene assegnato alla Sezione di Modena – Distaccamento Autostradale Modena Nord e in data 16.01.1978, d’ufficio viene trasferito alla Sezione Polizia Stradale Piacenza e durante detto servizio di specialità partecipa e vince il concorso per Vice Brigadiere, con la promozione al grado nel gennaio dell’80.
Nel rivestire tale qualifica, ha offerto la sua competenza in qualità di addetto all’ufficio Verbali, di Capo Ufficio al Comando e Servizi e Capo Ufficio all’Ufficio Infortunistica. Durante il corso di questi anni, oltre alla sua specifica funzione presso la Sezione Polizia Stradale ha iniziato, fuori dal servizio, a preparare diversi colleghi che dovevano sostenere gli esami da Sottufficiale della Polstato che, ad oggi, grazie anche a quegli insegnamenti, ricoprono importanti incarichi all’interno del Corpo.
Il 02.07.1991, dopo aver concluso positivamente il concorso e la prevista formazione, viene promosso con il grado di Vice Ispettore e in data 05 novembre 1991, viene assegnato d’ufficio alla Questura di Piacenza - Squadra Mobile Sezione Narcotici con funzioni di capo ufficio. In quel periodo, fino al luglio 1994, diverse operazioni sono state portate a conclusione con successo, grazie alla professionalità di tutta la Squadra da lui coordinata ed altrettante sono state le riconoscenze ricevute per l’operato.
Dal 02.07.1994, su richiesta del Procuratore Capo della Procura Circondariale presso la Pretura, con provvedimento del Capo della Polizia viene assegnato d’ufficio a nuovo incarico di responsabile della Sezione di P.G. Qui, alle dirette dipendenze dell’A.G. svolge attività investigative ininterrottamente su diversi settori di competenza. Attività che quasi sempre si conclusero positivamente con l’attribuzione di specifiche responsabilità penali degli autori dei reati, riscuotendo apprezzamenti dai Magistrati per i quali aveva espletato le indagini. Pur ottemperando alle sue funzioni ha avuto numerosissimi incarichi di insegnamento presso la locale Scuola di Polizia. Nell’ambito della Polizia Giudiziaria della Procura veniva investito direttamente dal Procuratore del compito di Coordinatore Interforze e grazie al suo alto grado di preparazione e spicco di personalità, Palumbo Vito Lorenzo, divenuto Sostituto Commissario della Polizia di Stato, sposato con la moglie Daniela e genitori di Liliana ed Elisabetta, dopo alcuni anni si congeda dalla Polizia di Stato alla data del 31 luglio 2009.


 
 

Agli albori degli anni ’80, Vito Lorenzo PALUMBO inizia la sua attività da sindacalista, senza mai tralasciare la sua professione. Un binomio che sin da allora non risultava di facile accostamento, perché all’epoca, prima ancora di entrare in vigore la Legge nr. 121 del 1° aprile 1981, gli appartenenti alla Polizia di Stato erano disciplinati esclusivamente da un regolamento prettamente militare, senza avere alcuna possibilità di esprimere concetti di sindacato. Poi con l’ingresso della L.121 che ha "smilitarizzato" la Polizia di Stato, si costituivano le prime segreterie dei sindacati e, con la celebrazione dei primi congressi, Palumbo acquisiva la nomina di Segretario Provinciale. Da qui, uno storico percorso di manifestazioni di carattere provinciale, regionale e nazionale hanno investito tutta la struttura del SAP piacentino, guidato da Vito Lorenzo Palumbo. Nel corso della sua candidatura, sempre riconfermata a pieno titolo, il confronto con l’Amministrazione della Polizia di Stato, non tralasciando momenti di "forte ed intensa" attività sindacale, si è sempre basato su correttezza ed onestà, valori apprezzati e riconosciutigli nel tempo per il suo carisma e l’incessante difesa dei diritti.

Vito Lorenzo Palumbo con Ciro Passavanti
 



Nel 1996, dopo 4-5 mandati durati la bellezza di quasi 15 anni, si dimette dalla carica di Segretario Provinciale SAP lasciando spazio alle nuove generazioni nell’ambito sindacale. Nel 2000, con il V° Congresso Provinciale, assume l’incarico di Segretario Provinciale Aggiunto al fianco di Ciro Passavanti, attuale Segretario Provinciale, ed insieme, legati da una sincera amicizia, affrontano i vari momenti sindacali che, per periodi particolarmente sofferti, non sempre sono stati sereni, ma che mai si discostavano dalla tutela e difesa dei diritti sindacali dei poliziotti.

 
 
 
 
VEDI I FILMATI DELLA CERIMONIA
 
VISITA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELL'EVENTO
 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Torna ai contenuti | Torna al menu