SAP Piacenza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Volantinaggio a Piacenza

Eventi SAP

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 

Iniziativa  di  protesta  congiunta  dei  sindacati  di  polizia  del Comparto Sicurezza e dei Vigili del Fuoco con  volantinaggio il giorno 19 novembre 2013 davanti  alle  sedi  territoriali  del  Governo  per  protestare  contro  il disegno di legge di stabilità.

 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 I Sindacati di Polizia e dei Vigili del Fuoco
danno l'ALTOLA' al Governo

MANIFESTANO

CONTRO la proroga anche per il 2014 e per il quarto anno consecutivo del blocco del "tetto salariale," un provvedimento legislativo che determina una ingiustificata e gravissima sperequazione tra il personale ed una riduzione  stipendiale di migliaia di euro all'anno per ogni dipendente;
CONTRO il tentativo di riduzione degli stipendi con l'abrogazione dell'art 202 dello statuto degli impiegati civili dello Stato;
CONTRO i tagli  delle risorse per il pagamento del lavoro straordinario con il rischio di determinare il collasso del sistema sicurezza e soccorso pubblico nella fase di gestione delle innumerevoli emergenze del Paese;

CONTRO il blocco del turn-over con la revisione strutturale degli organici, la costante riduzione delle assunzioni, ed il progressivo e costante innalzamento dell'età media del personale che è già attestata sui 45 anni.
CONTRO il rifinanziamento, con oltre 40 milioni di euro per i primi sei mesi del 2014, del progetto c.d. "strade sicure" che si è dimostrato inefficace negli anni precedenti e che prevede l'attribuzione di un'indennità  riservata al personale delle Forze Armate con esclusione di quello delle Forze di Polizia, nonostante il servizio venga svolto congiuntamente;
CONTRO  il taglio delle risorse per le missioni del personale che determinerà una contrazione dell'impegno nella lotta alle diverse forme di criminalità organizzata;
CONTRO l'ulteriore proroga del blocco della rivalutazione del trattamento previdenziale e l'ulteriore allungamento dei tempi di percezione del trattamento di fine servizio;

I POLIZIOTTI ED I VIGILI DEL FUOCO
SONO OGGI IN PIAZZA

PER rivendicare lo sblocco del c.d. "tetto salariale"che consenta il superamento dell'attuale normativa e dei suoi effetti dannosi ed iniqui per il personale;
PER la revisione del modello di sicurezza e la razionalizzazione dei presidi per una maggiore efficienza ed efficacia del servizio per garantire più sicurezza ai cittadini e per una razionalizzazione nell'impiego delle risorse pubbliche che riduca sprechi e sovrapposizioni;   
PER ottenere una legge delega per un riordino ordinamentale delle carriere del personale efficace e coerente con un nuovo modello di sicurezza e che valorizzi la professionalità  dell'operatore di polizia e dei vigili del fuoco.
PER il rispetto del principio di equiordinazione, stabilito anche dalla Corte Costituzionale per tutto il Comparto, relativamente al c.d. "scivolo d'oro" che prevede, solo per i militari, la possibilità di accedere alla pensione 10 anni prima del limite previsto;

Nonostante tutto ciò i poliziotti ed i vigili del fuoco continuano a lavorare e ad ottenere significativi successi nella lotta contro la criminalità, nella gestione del sistema carcerario, nell'erogazione dei servizi per i cittadini e nelle attività di ordine, sicurezza e soccorso pubblico per garantire ogni forma di pacifica e legittima manifestazione ed espressione di democrazia partecipata.
 Oggi per
ò gli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico hanno il dovere morale di avvisare i cittadini che il sistema è prossimo al collasso, con pesantissime ed irreversibili ricadute sul mantenimento dei livelli minimi di efficienza e di erogazione dei servizi.
 Il Governo non pu
ò continuare ad ignorare questa situazione e continuare a contare solo sul senso di responsabilità, di rispetto dello Stato e delle Istituzioni  e dell'impegno che continuano a garantire gli operatori del settore.  
 La misura
è colma!! Se il Governo non interverrà immediatamente non ci potranno essere ulteriori proroghe di fiducia costruite esclusivamente sulla pelle degli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico ed ingannando i cittadini.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

IlPiacenza - Cronaca  23 ottobre 2012   Poliziotti piacentini a Bologna per manifestare contro i tagli del Governo

Ciro Passavanti (Sap): «La presenza di così tante sigle sindacali di diverse forze di polizia ha palesemente espresso il dissenso che gli appartenenti alle forze dell'ordine»
Gli operatori delle forze di polizia, delle forze armate e dei vigili del fuoco hanno manifestato a Bologna, davanti alla Regione, contro i tagli del Governo, «per chiedere rispetto, dignità e strumenti per continuare a servire i cittadini per garantire sicurezza, pace, condizioni migliori di vivibilità e di tutela dei e nei territori e nella quotidianità, ed il libero esercizio dei loro diritti garantiti dalla Costituzione italiana. Continueremo nonostante tutto e con grande senso di responsabilità la nostra "missione" ed a lavorare per assicurare l'ordine e la sicurezza pubblica e il soccorso pubblico a tutti i cittadini di questo Paese». Da Piacenza è arrivata anche un delegazione del Sap, con agenti della questura di viale Malta. «La manifestazione di oggi - spiega Ciro Passavanti, segretario provinciale del Sap di Piacenza - assume un aspetto significativo in quanto la presenza di così tante sigle sindacali di diverse forze di polizia ha palesemente espresso il dissenso che gli appartenenti alle forze dell'ordine esprimono contro i provvedimenti che si intendono adottare nei confronti del comparto sicurezza. Auspichiamo che le forze politiche, locali e nazionali, si facciano carico in modo serio delle problematiche che affliggono il settore e adottino iniziative che non siano così mortificanti per gli operatori di polizia e, di riflesso, così penalizzanti per la sicurezza dei cittadini».

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 
 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 

SEGRETERIE PROVINCIALI
SIULP – SAP – SIAP – SILP per la CGIL - UGL - COISP
DI PIACENZA

Le suddette segreterie sindacali provinciali della Polizia di Stato, comunicano che in data 06 ottobre 2009, dalle ore 08,00 alle ore 13,00, effettueranno un volantinaggio davanti la Questura e Prefettura, nelle vie della città e in tutta la provincia. Tale iniziativa viene indetta dalle segreterie nazionali dopo il recente incontro con il governo a palazzo Chigi in occasione della presentazione del disegno di legge finanziaria 2010 e dopo l’incontro con il ministro dell’interno, durante i quali, ancora una volta, si è dovuto prendere atto che da parte del governo non sono giunte risposte concrete per il personale del Comparto Sicurezza. Non vi sono, ad oggi, stanziamenti economici pronti a soddisfare, anche solo in parte, le richieste che tutte le OO.SS. del Comparto hanno avanzato per ottenere adeguate risorse per il rinnovo del biennio contrattuale 2008/2009, per la salvaguardia della specificità professionale, per il riordino delle carriere. Il governo, pertanto, ha scelto di continuare nella politica degli annunci senza far seguire alcun fatto concreto, esattamente come tutti gli ultimi incontri istituzionali dell’ultimo anno. Per questa ragione, al fine di tutelare l’interesse dei propri rappresentati, oltre al volantinaggio del 6 ottobre, svolto in contemporanea davanti a tutte le Prefetture e Questure d’Italia, il 15 ottobre p.v. questi sindacati daranno luogo ad un sit-in dei poliziotti aderenti alle sigle sindacali organizzatrici davanti al Viminale; quel giorno anche le OO.SS. della Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato procederanno ad analogo sit-in rispettivamente davanti il Ministero della Giustizia e al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, per poi concentrarsi tutti dinnanzi a Montecitorio. Infine, per il 28 ottobre, a culmine di tutte le iniziative di protesta, è prevista una grande manifestazione generale nella capitale con la partecipazione di tutti gli appartenenti alle forze di polizia provenienti da tutte le città italiane.

 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 

COMUNICATO STAMPA


È mortificante che una classe politica che ha basato buona parte della sua campagna elettorale sulla sicurezza e le condizioni degli operatori delle forze di polizia, da migliorare per il bene stesso del Paese, ad oggi non ha ancora soddisfatto alcuna richiesta avanzata in coro da tutte le OO.SS. della categoria.
Infatti i punti evidenziati nel volantino oggetto della manifestazione che oggi 6 ottobre si è svolta in tutte le città d'Italia davanti a Questure e Prefetture, ad eccezione di Roma che ha compreso anche il Viminale, esprimono l'insoddisfazione che si ripresenta nella legge finanziaria 2010, priva delle risorse occorrenti.
Per tutti noi, ritrovarci a manifestare presso le piazze e strade il nostro malcontento anziché poter svolgere in condizioni favorevoli la nostra attività, a favore della tutela e la sicurezza dei cittadini, è ulteriormente umiliante, per la persona, per la professione, per quello che ogni poliziotto rappresenta.

Piacenza, 06 Ottobre 2009

 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 
 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Torna ai contenuti | Torna al menu